Caricamento Eventi

« Tutti gli eventi

GIAPPONISMO – Venti d’Oriente nell’arte europea 1860 – 1915

28 Settembre 2019 | 26 Gennaio 2020

Nel 1853, il Giappone riapre le sue porte al resto del mondo. Misterioso e diverso, è stato subito amore e ha contagiato l’arte in tutta Europa.

Giapponismo – dal francese “Japonisme” è l’influenza nata, nel XIX secolo, dalle esposizioni universali e da alcuni viaggi compiuti dagli artisti in Oriente, che ha contagiato lo stile e le scelte iconografiche di molti dei più grandi artisti occidentali.

I primi “Venti d’Oriente” giungono in Europa nei primi anni Sessanta dell’Ottocento, dopo che il trattato firmato tra USA e Giappone che ha visto il paese del Sol Levante uscire dall’isolamento in cui si era chiuso per secoli.  Da questo momento iniziano i contatti commerciali e anche culturali tra il Giappone e l’Occidente.  Si diffondono, così, le prime xilografie, utilizzate per avvolgere i vasi e le ceramiche per proteggerli durante il trasporto. Queste xilografie spesso erano manga di Hokusai o stampe di Utamaro e Hiroshige, tutti autori che hanno influenzato gli Impressionisti, i Nabis e gli artisti delle Secessioni di Vienna e Monaco.
Un potente vento di rinnovamento, se non proprio un uragano, arriva quindi dall’Oriente e conduce l’arte del Vecchio Continente verso nuove e più essenziali norme compositive fatte di sintesi e colori luminosi.

La moda giapponista coinvolge, inizialmente, la ricca borghesia internazionale, ma soprattutto due intere generazioni di artisti, letterati, musicisti e architetti, trovando via via sempre più forza con l’innesto della nascente cultura Liberty e modernista sempre più attenta  ai valori decorativi dell’arte giapponese.

Quella del Giapponismo è stata una tendenza che ha influenzato le nuove generazioni di artisti, letterati, musicisti e architetti, dalla Germania all’Olanda, al Belgio, dalla Francia all’Austria, alla Boemia, fino all’Italia. Sono numerosi gli autori che si sono lasciati sedurre dalle composizioni grafiche, dalle linee e dai colori tipici dell’arte giapponese. Qualche esempio? Paul Gauguin, Herri de Touluse-Lautrec, Vincent van Gogh, Gustav Klimt, Kolo Moser, James Ensor, Alphonse Mucha…

A Palazzo Roverella, un percorso di grande fascino ed eleganza, che attraverso le opere di grandi artisti europei come Van Gogh, Gauguin, De Nittis, Degas e Bonnard, ti porterà alla scoperta di un’arte nuova nata dai capolavori, dalle suggestioni e dalle innovazioni che il Sol Levante ha saputo regalare alla cultura occidentale.

Dettagli

Inizio:
sabato 28 Settembre
Fine:
26 Gennaio 2020
Categoria Evento:
Tag Evento:
, ,
Sito web:
http://www.palazzoroverella.com/mostra/giapponismo/

Organizzatore

Studio Esseci
Sito web:
http://studioesseci.net/

Luogo

Palazzo Roverella
Via Laurenti 8/10
Rovigo, 45100 Italia
+ Google Maps
Telefono:
0425460093
Sito web:
http://www.palazzoroverella.com/

Dettagli

Inizio:
sabato 28 Settembre
Fine:
26 Gennaio 2020
Categoria Evento:
Tag Evento:
, ,
Sito web:
http://www.palazzoroverella.com/mostra/giapponismo/

Organizzatore

Studio Esseci
Sito web:
http://studioesseci.net/

Luogo

Palazzo Roverella
Via Laurenti 8/10
Rovigo, 45100 Italia
+ Google Maps
Telefono:
0425460093
Sito web:
http://www.palazzoroverella.com/