La sinusite? Vi racconto il mio rimedio a base di Acqua Termale

Il mio soggiorno in un albergo termale di Abano Terme

“Il viaggio di una signora che ha soggiornato presso uno degli hotel termali di Abano Terme. Il racconto della sua esperienza nel mondo termale”.

Ci scrive:

Naso e orecchie chiuse, sarà stato lo stress, il cambio di stagione o i pollini nell’aria con l’arrivo della primavera, ma non riuscivo più a respirare. Decisi, allora, di provare a prendermi cinque giorni di completo relax lontano dallo stress quotidiano ed scelsi un fantastico hotel termale ad Abano Terme.

Il primo giorno, tra l’immersione nelle piscine con acqua termale ed un giro, fatto per curiosità, tra la nuova stanza del sale ed il bagno di vapore, il mio naso e la mia testa si sentivano già più leggeri.

Così, l’indomani, decisi di approfondire il mio status nel Centro Salute all’interno dell’albergo.

Ebbene sì, l’esperto del Centro salute riconobbe subito un’acuta “Sinusite”. Ma che cos’è la Sinusite? E’ un’infiammazione dei seni paranasali, meglio una complicanza del normale raffreddore che ostruisce i seni favorendo il ristagno del muco con l’alta probabilità che il dolore si espanda e si acutizzi sopra le sopracciglia.

Raccontai all’operatore di avere utilizzato il “vecchio rimedio della nonna” quando ero a casa, ossia i cosiddetti “profumi”, acqua bollente e sostanze balsamiche in essa disciolte. “Ottimo, mi rispose, ma non sufficiente, le consiglio, innanzitutto, alcune abitudini quotidiane da seguire anche a scopo preventivo”. Fu così che mi raccontò che:

  • È buona abitudine tenere il naso pulito e libero (anche dalle semplici polveri che ci circondano quotidianamente) con soluzioni saline isotoniche;

  • Bere molti liquidi, almeno 2 litri al giorno perché facilitano la fluidificazione del muco;

  • Preparare il buon brodo di pollo della nonna poiché ricco di cistenina (un aminoacido che fluidifica le secrezioni nasali);

  • Fare un bagno caldo, soprattutto prima di coricarsi la sera.

    Elenco contenuti va qui

A queste piccole accortezze, mi propose, dato il mio soggiorno di 5 giorni, di provare a svolgere un ciclo di cure termali inalatorie, ad azione anticatarrale, antinfiammatoria e mucolitica. Più semplicemente detto, un ciclo di aerosol con forcella con acqua termale per ridurre i disturbi ORL (Orecchie, gola e naso).

Cicli di 10 minuti, brevi e tutto sommato anche piacevoli, un diverso modo di rilassarsi prendendosi cura della propria salute. Affascinata, dalle potenzialità dell’acqua termale, decisi di approfondire l’altro grande tema del Centro salute: Il fango termale. Mentre facevo la mia seduta mattutina, mi chiesi se fosse mai possibile provarlo nel naso, dato che non avevo altri disturbi. Così, quasi timidamente, fermai un operatore e gli posi la domanda. Pensavo di esser per fare una pessima figura, invece, no… la sorpresa.

“Certo, signora, l’applicazione del fango, sul setto nasale, è propriamente indicato per trattare la sinusite cronica, e le dirò di più è un metodo al 100% naturale proprio come le inalazioni che sta svolgendo”.

Wow… mi sembrò d’aver scoperto un mondo nuovo, libero da farmaci!

Decisi di provare, e durante il mio soggiorno feci tre applicazioni del fango in corrispondenza dei seni nasali.

3 aerosol con forcella e 3 applicazioni di fango in 5 giorni di soggiorno, un toccasana. Ovviamente, a complemento del ciclo di cura, mi aiutò molto anche stare immersa nelle splendide e calde 5 piscine termali con una temperatura tra i 30° ed i 35°. Inoltre, su indicazione dell’operatore, non mi feci mancare il percorso nell’area umida tra saune, bagno di vapore e stanza del sale ad ausilio del mio percorso terapeutico.

Purtroppo mi son presa solo 5 giorni, se avessi saputo che avrei risolto il mio malessere solo con una semplice terapia naturale, probabilmente avrei goduto di una settimana.

Vi consiglio di provare, a suon di Salute!